Rinnovo CCNL Cartai-Cartotecnici: terzo incontro

Il 5 maggio 2016 si è tenuto il programmato incontro per il rinnovo del CCNL, a delegazioni plenarie.

Al sindacato abbiamo enunciato le richieste che costituiscono la nostra “piattaforma” per il rinnovo, volte a rendere più coerente il CCNL alla delicata situazione in cui viviamo, più moderno e intellegibile. Abbiamo anche ribadito il tema del recupero del differenziale tra inflazione reale e programmata e i ridotti margini economici a disposizione.

SOSTIENI IL BUSINESS DELLA COMUNICAZIONE SU CARTA STAMPATA

Sostieni il tuo business, sostieni il futuro della comunicazione su carta stampata

Print Power & Two Sides è un'iniziativa per la promozione della comunicazione su carta sostenuta dagli operatori della filiera composta da:

produttori e distributori di macchinari, materie prime e ausiliari dell'industria cartaria
produttori e distributori di carta e cartoni
produttori e distributori di macchinari, materie prime e ausiliari dell'industria grafica
stampatori e cartotecniche
editori di quotidiani, periodici, elenchi, cataloghi, libri
operatori postali
agenzie di comunicazione

Di fronte alla crescente presenza di nuovi media, la comunicazione stampata viene sempre più spesso percepita come uno strumento di minore espressività e fatica a mettere in evidenza la sua capacità di innovazione, la sua efficacia e la sua sostenibilità, appesantita da una materialità che appare oggi più uno svantaggio che non un plus unico.
L'intera filiera della carta, della stampa e dell'editoria in tutte Europa si riconosce in questo quadro e concorda sulla necessità di un'azione incisiva per consentire l'espansione del proprio mercato di riferimento, mutando la percezione delle qualità del prodotto stampato da parte dell'utilizzatore, inteso sia come cliente diretto della filiera (responsabili e decisori in materia di marketing, comunicazione e pianificazione pubblicitaria) sia come destinatario finale della pubblicità (grande pubblico, responsabili acquisti di aziende private e pubbliche).

A tale fine l'iniziativa Print Power & Two Sides Italia organizza campagne di comunicazione nel nostro paese mirate ad affrontare i due elementi che maggiormente pesano sul giudizio e sulla scelta dell'utilizzatore, ovvero l'efficacia comunicativa e la sostenibilità ambientale del mezzo stampato.

Con il logo Print Power promuove la scelta della carta come mezzo di comunicazione (pubblicità su quotidiani e riviste, manifesti, direct mail, brochures, cataloghi e altro materiale promozionale) attraverso la dimostrazione documentata della sua efficacia e del suo ruolo imprescindibile in un media mix di successo.

Con il logo Two Sides - il lato verde della carta risponde alle crescenti richieste di rassicurazioni sulla sostenibilità dei prodotti stampati che provengono da una società dalla sensibilità ambientale ormai matura ma ferma su falsi luoghi comuni ancora radicati e in grado di rappresentare un freno all'impiego dei nostri prodotti.

Print Power & Two Sides Italia è un'iniziativa promossa da 14 associazioni della filiera della carta, della stampa e dell'editoria, con il coordinamento amministrativo di Assocarta Servizi srl.

La partecipazione a Print Power & Two Sides Italia è aperta a tutti gli operatori della filiera e agli utilizzatori della comunicazione stampata che riconoscono nell'iniziativa un'opportunità per ampliare il proprio mercato di riferimento e sostenere il proprio business.

Per ulteriori informazioni contattare Monica Scorzino scorzino@assografici.it

più lettura, più comunicazione: due proposte della Filiera della Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione

Roma, 16 marzo 2016 -  Sgravi fiscali per la lettura e per gli investimenti pubblicitari sulla stampa: sono le proposte presentate dalle Associazioni della Filiera della Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione (Acimga, Aie, Argi, Asig, Assocarta, Assografici e Fieg) nel corso dell’Incontro pubblico PIU' LETTURA, PIU' COMUNICAZIONE“.

La necessità di dare un nuovo impulso al consumo dei prodotti culturali da parte delle famiglie è alla base della prima delle due misure condivise dalle sette organizzazioni, illustrata dal Direttore dell’AIE, Alfieri Lorenzon: una detrazione dalle imposte sul reddito delle persone fisiche per gli acquisti di libri, quotidiani e periodici in formato cartaceo o digitale, pari al 19% dell’importo speso nel corso dell’anno. "I timidi segnali di miglioramento del mercato libraio e degli indici di lettura da ultimo registrati – ha detto Lorenzondevono essere sostenuti con una misura strutturale: la detrazione delle spese di acquisto di libri, come di quotidiani e periodici, è utile per una promozione stabile della lettura e per sostenere lo stesso diritto allo studio e alla conoscenza dal cui esercizio si sviluppa il sapere e il futuro sociale ed economico del nostro Paese".

Il Direttore Generale della FIEG, Fabrizio Carotti, ha presentato una misura volta ad ottenere un duplice effetto: rilanciare gli investimenti pubblicitari, con la loro funzione prociclica di spinta ai consumi e, nello stesso tempo, garantire risorse a quotidiani e periodici, veicolo di cultura e libertà. La proposta premia le imprese che effettuano investimenti pubblicitari maggiori rispetto a quelli degli anni precedenti. “La detassazione degli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani e periodici – ha affermato Carottiè contenuta come criterio di delega del DDL sull’editoria che inizia in questi giorni il suo percorso parlamentare al Senato, dopo l’approvazione da parte della Camera. Sarebbe auspicabile trasformare il criterio di delega in puntuale disposizione di legge per rendere immediatamente operativa la misura e cogliere e potenziare l’avvio della ripresa economica”.

L’illustrazione delle proposte è stata preceduta da quella dei dati complessivi del settore da parte dei Direttori di ASSOCARTA, Massimo Medugno, e ASSOGRAFICI, Claudio Covini, che ne hanno ribadito l’importanza strategica all’interno della economia italiana e il notevole impatto dal punto di vista anche occupazionaleAnche nel 2015, dei circa 31 miliardi di fatturato complessivo, circa 9,5 sono stati realizzati con l’export con un saldo attivo di poco meno di 4. Il mercato interno rimane il vero tallone d’Achille. Infatti, nel 2015 è andata appena meglio del 2014 che insieme al 2008 (“annus horribilis”) rappresentano i minimi storici”. Commenta così Claudio Covini. E aggiunge Massimo Medugno: “Una Filiera unica e irripetibile che innerva tutta l’Italia e che dà voce e veste anche al Made in Italy: oggi già ricicla il 55% di quanto immette sul mercato e rappresenta il 5% dell’occupazione manifatturiera, circa 200.000 addetti, che arrivano a 680.000 con l’indotto”.

Pagine

Iscriviti a ASSOGRAFICI - Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche, Cartotecniche e Trasformatrici RSS
  • Consiglio Direttivo e Giunta
  • Assemblea Generale Assografici
  • Assemblea Generale della Federazione
  • Rinnovo CCNL cartotecnico
  • Indagine congiunturale Osi: 2015 ancora difficile per il settore grafico in Italia, ma soprattutto verso l'estero. Opinioni in miglioramento sul 1° trimestre 2016
  • Indagine congiunturale Osi: 2015 positivo per il settore cartotecnico trasformatore, con il sostegno dell'export. Giudizi moderatamente ottimistici sul 1° trimestre 2016
  • Fta Europe Diamond Awards
  • Corsi di Formazione Atif
  • Corsi e...

General Conditions of Sale Applicable to Large Capacity Paper Bags

Pubblichiamo i risultati dell’indagine Osi (Osservatorio stampa ed Imballaggio) relativi all’anno 2015 e...

Print Power

Perché scegliere la carta? Perché la comunicazione su carta dovrebbe far parte della vostra strategia di comunicazione?

Two Sides

Naturale, rinnovabile, riciclabile: il lato verde della carta Campagna informativa contro i luoghi comuni

ItaliaGrafica

Rivista della stampa e dell'imballaggio, Organo ufficiale di Assografici

Assografici

 

aderisce a...

Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche, Cartotecniche e Trasformatrici Piazza Castello 28, 20121 Milano · Tel. +39 02 4981051 · Fax +39 02 4816947 · C.F. 02116820156

Privacy Policy